';

Studio del mio logo

Description
Trovare il logo che rappresenti un'impresa, un'associazione, una realtà commerciale non è semplice, ma è una sfidante ricerca di simboli e segni che possano tradurre, graficamente, degli ideali, dei valori e dei modi di essere. Ma se questo tipo di studio è complesso, figuratevi quanto può esserlo il ricercare un logo che rappresenti noi stessi. Sono partita dalle mie iniziali, E. M. E, cercando di unirle, renderle tutt'uno, giocando con la simbologia della Gestalt. Il passo successivo è stato un'attenta ricerca dei simboli con i quali mi identificavo, simboli che rappresentassero il mio modo di essere e di vedere il mondo. Una E? Una M? Una M e una E. Le mie iniziali rappresentate da un unico segno che se ruotato in verticale viene letto come una E, se ruotato in orizzontale viene letto come una M. Questo simbolo è al centro di un cerchio, senza angoli o spigoli è simbolo di armonia, di evoluzione. Il cerchio, però, non è chiuso: questo rappresenta l’apertura e un percorso non ancora completato che tende alla perfezione di questa forma, ma non l’ha ancora raggiunta. Il cerchio è simbolo di continuità, non ha inizio nè fine, si fonde perfettamente con le mie iniziali, dalle quali il cerchio prende forma o, viceversa, che prendono forma da esso.